Carabiniere Ucciso, non invertiamo i ruoli.

LA VITTIMA SI CHIAMA MARIO ED È UN CARABINIERE UCCISO CON 11 COLTELLATE, SIATE MENO IPOCRITI.

AVETE FATTO BENE A PUNIRE CHI HA SCATTATO LA FOTO E L’HA DIVULGATA PERCHÉ HA VIOLATO NORME BASILARI DI RISERVATEZZA INVESTIGATIVA, MA USATE GLI ATTRIBUTI OGNI TANTO, NEI PROTOCOLLI OPERATIVI ESISTONO MISURE DI CONTENIMENTO VOLTE A GARANTIRE L’INCOLUMITÀ DI UN SOGGETTO TRATTO IN ARRESTO, QUANDO COSTUI È SOTTO EFFETTO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, IN QUANTO PARTICOLARI AMBIENTI, LUCI, ECC, SONO IN GRADO DI STIMOLARE REAZIONI AVVERSE E PERICOLOSE, COME AGGRESSIVITÀ O AUTOLESIONISMO, QUINDI NON È TORTURA, NEL SENSO STRETTO DEL TERMINE.

BASTA CRIMINALIZZARE LE FF.OO., UN COMANDANTE, IL GOVERNO, LO STATO, DOVREBBERO PROTEGGERE I LORO UOMINI E NON METTERLI ALLA GOGNA.

Non invertiamo i ruoli, la vittima è MARIO.

IN AMERICA :

Si chiama sedia di contenimento e nelle stazioni di Polizia degli Stati Uniti viene utilizzata per i soggetti più violenti o per chi è sotto effetto di stupefacenti e alcolici, quindi difficile da poter controllare!!!

Nessuno in America si scandalizza che venga utilizzata!!!!

Chiarooooo!!!

Un commento su “Carabiniere Ucciso, non invertiamo i ruoli.”

  1. Quello che cerco di dire da 4 giorni.
    In qualche modo i Carabinieri si dovevano tutelare. Io non ho mai visto un politico vero tutelare le FFOO,lo fanno solo per propaganda politica. Nessuno pensa hai sacrifici e al rischio che corrono tutti i giorni,anche gli stessi cittadini non si rendono conto che ora come ora in questa Italia con questi criminali,vanno protetti tutelati con unghie e denti? Hanno ucciso un uomo,marito,figlio, un Carabiniere.
    Ora grazie a questa foto l Ambasciata Americana e l Avvocato ( italiano) richiederà il risarcimento e pena per la violazione dei diritti umani. E se verranno espatriati non pagheranno per l omicidio di un uomo appartenente all’ Arma.
    Spero che paghi caramente il gesto fatto. Ha tradito tutti,ma soprattutto ha tradito chi ha perso la vita quella notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.